Istituto Professionale

SEZIONE PROFESSIONALE

Il DECRETO LEGISLATIVO 13 aprile 2017, n. 61(GU n.112 del 16-5-2017 - Suppl. Ordinario n. 23/L alla GAZZETTA UFFICIALE) ha stabilito la revisione dei percorsi dell'istruzione professionale nel rispetto dell'articolo 117 della Costituzione, nonché raccordo con i percorsi dell'istruzione e formazione professionale, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera d), della legge 13 luglio 2015, n. 107. (17G00069).

I nuovi percorsi di Istruzione professionale sono strutturati in un biennio e in un successivo triennio e si caratterizzano per essere ripartiti in 11 indirizzi di studio, connotati da forte attrattività, andando incontro alle richieste dei territori e del mondo produttivo.

Presso la nostra sezione professionale è attivo dall’anno scolastico 2018/19 l’indirizzo di:

AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI DEL TERRITORIO E GESTIONE DELLE RISORSE FORESTALI E MONTANE.

Questo indirizzo, dopo un biennio comune, prevede che la scuola possa offrire una declinazione del percorso di studi particolarmente collegata alle esigenze del territorio.

A partire dall’anno scolastico 2020/21, agli studenti della classe 3^ sarà data la possibilità di scegliere tra due declinazioni:

§ Produzioni animali e vegetali

§ Florovivaistica e gestione del verde pubblico e privato

Il nuovo percorso di Istruzione professionale ha un'identità culturale, metodologica e organizzativa, riconoscibile dalle studentesse e dagli studenti e dalle loro famiglie, riassunta nel Profilo educativo, culturale e professionale (P.E.Cu.P.) del diplomato dell'istruzione professionale. Il P.E.Cu.P. presuppone l'acquisizione di una serie di risultati di apprendimento comuni a tutti i percorsi - declinati in termini di competenze, abilità e conoscenze - aventi l'obiettivo di far acquisire alle studentesse e agli studenti competenze generali, basate sull'integrazione tra i saperi tecnico-professionali e i saperi linguistici e storico-sociali, da esercitare nei diversi contesti operativi di riferimento. Esso viene integrato da un Profilo di uscita inteso come standard formativo in uscita dal percorso di studio, caratterizzato da un insieme compiuto e riconoscibile di competenze valide e spendibili nei contesti lavorativi del settore economico-professionale correlato. Ad ogni Profilo di uscita sono associati i relativi Risultati di apprendimento - declinati in termini di competenze, abilità e conoscenze.

La nuova Istruzione professionale si caratterizza anche per l’accentuata personalizzazione dell’insegnamento che prede un percorso ad hoc per ciascuno studente al fine di valorizzare le sue capacità personali, favorire il successo scolastico e un più facile inserimento nel mondo del lavoro. A questo scopo ogni allievo è seguito da un proprio tutor e gli insegnamenti disciplinari vengono organizzati in UDA (Unità Didattiche di Apprendimento) che permettono la formazione di una figura professionale consapevole e fornita delle competenze generali di cittadinanza, in grado di coniugare gli aspetti tecnico-professionali con la cultura del Cittadino Europeo.